Ehi…! Ma quella è…?!

di Alessandro Squadrito

2' di lettura

“Winter is coming…” [cit. Game of Thrones]

Ecco cosa vedo dalla mia finestra in questo finale di Settembre.
Il caldo è sorpassato e nuvole grigie si addensano all’orizzonte.

Xolot, invece, può essere un’ottima cura per la tristezza dei mesi piovosi che ci attendono… non trovi?

Nell’ultima puntata siamo stati catapultati in un bosco, quindi non potremo fare a meno di trovarci…

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav5definitiva_letterata

Un’ambientazione singolare per questa tavola!

 

 …trappole! Un sacco di trappole… Ovviamente!

 

Passiamo subito alle note.

La prima cosa che voglio dirti è che in questa tavola manca una vignetta, o meglio ne è stata tagliata una.

Quale?

Ricordi quando in nascita di un progetto presentavo i personaggi e alla fine parlavo di una vignetta della storia?

Per citazioni e omaggi stavolta mi sono limitato alla tagliola stile Tatteo dei Looney Toons, il masso rotolante di Crash Bandicoot (o di Indiana Jones) e nell’ultima vignetta ho voluto omaggiare quel capolavoro dell’industria videoludica che è The Witcher 3, piazzando una scolopendra (mostro simile ad un millepiedi) vicino alla casa.

Manca la tavola di storyboard del bambino, a causa di un’influenza che ebbe.

Voglio però raccontarti verbalmente come nacque:

IO:
«Va bene bambini, siamo arrivati ad un punto importante della storia.»
«Il nostro eroe è giunto nel bosco del futuro, cosa succederà? Cosa troveremo?»

 

LORO:
«La cascata.»
«Lo scheletro.»

 

IO: «Lo scheletro c’è già…»

 

LORO:
«Allora gli alberi!»
«Sì, nel bosco ci sono gli alberi!»

 

IO: «…ooook … alberi, lo scheletro e poi…?»

 

LORO: «TRAPPOLE!!!»
«Eh sì! Nel bosco ci sono le trappole!»
«Un sacco di trappole!»
«E la cascata…»
«Sì, e casca dentro la cascata!»

 

IO: «E poi come fa lo scheletro? E se muore?»

 

LORO: «Ma è immortale, non muore mica!»

 

IO: «Allora tutto a posto.»

 

Alla fine di questa conversazione la tavola era già finita. E io ero senza parole, così passammo al resto.

C’era ancora molto lavoro da fare (come leggerete nella prossima puntata).

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav5storyboard

Ecco il mio storyboard, nel definitivo ho aggiunto una vignetta.

 

Nella tavola finale ho modificato la disposizione delle vignette per collegare meglio la fuga dalle trappole e la sequenza della cascata, ma la sostanza è rimasta la stessa.

La cosa più bella è che volevo a tutti i costi mettere il masso rotolante e alla fine eccolo lì… piccolo, eppure lì.

Ovviamente questa è una delle prime cose che un fumettista non dovrebbe mai fare, ma un masso gigante è un masso gigante, no?

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav5-definitivabambini

E finalmente la tavola finale del bambino, a colori!

 

Eccoci, quindi, ai saluti finali; il nostro scheletro ha affrontato trappole e cascate… ed ora?

Per la risposta ci vediamo nel prossimo articolo.

 

EXCELSIOR!

Contattaci

Consenso al Trattamento di Dati personali ai sensi dell’art. 23 del DLgs n. 196/2003