Presentazione

di Marco Indraccolo

3' di lettura

Premessa

Fumetti.
Una delle mie più grandi passioni.
Mio padre mi avvicinò a questo mondo comprandomi settimanalmente, da piccolo, Topolino, ignaro del fatto che stesse piantando un seme il cui germoglio mi avrebbe accompagnato per molto tempo, forse per tutta la vita.

Un elemento che penso mi contraddistingua, nel bene e nel male, è la curiosità, accompagnata dal rigetto per la banalità e la voglia di sperimentare sempre nuove cose.
È con questa forza motrice che negli anni, partendo da Topolino, ho attraversato il manga, il fumetto realistico italiano, quello supereroistico americano, fino alla scoperta dei cult internazionali, di ogni genere e tempo.

Finché, nel dicembre 2015, mi chiesi: perché non provare in prima persona ad entrare in questo mondo che amo tanto?

Avevo da tempo un’idea che mi stava a cuore, quello che sarebbe divenuto nei mesi successivi il mio, anzi nostro, primo progetto.

A distanza di più di un anno da quei momenti, sento di voler sfruttare lo spazio e la possibilità che IL MECENATE mi offre presentando i progetti di gruppo in opera, raccontandoli però attraverso i miei occhi, da dietro le quinte, per mostrare non solo i risultati raggiunti, ma anche quelle difficoltà che mai scoprirete leggendo un fumetto, qualcosa che finché non lo sperimenti sulla pelle, nemmeno puoi immaginare esista.

La nona arte. Davvero bella, la amo e pur non essendo un artista la sento parte di me.
Ma non è possibile capire, sfogliando un fumetto, tutto il lavoro che c’è dietro.
Non solo.
Le micro realtà degli artisti.
Le esigenze delle case editrici.
Si parla di talento ma nessuno parla di soldi.
La nona arte versus l’Industria del Fumetto.

Per quel che posso, io racconterò tutto.

 

 

I misteri di Onirica

 

I misteri di Onirica

 

 

 

Sceneggiatura: Alberto Petrosino
Matite e inchiostri: Alessandro Squadrito
Colore: Marco Russo
Coordinamento: Marco Indraccolo

 

 

Graphic novel a colori di genere fantastico, ambientata in un mondo elettropunk.

 

La vicenda mira a coinvolgere il giovane lettore tramite elementi investigativi e d’azione. Inoltre, attraverso temi quali energie rinnovabili, metafisica, contrapposizione bene-male, offre uno spunto di riflessione ad un pubblico maturo, capace di percepire il rumore del silenzio tra i confini del non-detto.

Il Progetto nasce nel dicembre 2015, ma è nell’estate 2016 che assume la sua prima forma, in vista del Project Contest indetto da Lucca Comics & Games in collaborazione con Edizioni BD.

Ad oggi è sempre alla ricerca di una realtà editoriale.

Ad inizio 2017 è stato deciso di revisionare l’intero progetto, rinominandolo Onirica 2.0, che porterà ad una nuova definizione delle dimensioni del prodotto, in termini di albi, tavole e formato.

Sarà ottimizzata la grafica, tramite uniformità di segno e sinergie disegni/colore, al fine di favorire la leggibilità da parte del lettore.

1º OBIETTIVO: Project Contest 2017
2º OBIETTIVO: pubblicazione tramite vie standard

Attualmente sono già stati ridefiniti i Characters Design e tre tavole, sviluppate nel formato finale 17cm x 24cm.

Qua sotto alcune anteprime, in esclusiva per IL MECENATE.

 

 

Non voglio aggiungere altro per il momento.

In parte perché, confesso, attualmente stiamo valutando e lavorando proprio su questo rework.
Del resto però, voglio mantenere fede alla premessa fatta; mostrare tutti i risultati attuali non renderebbe giustizia alla versione 1.0 ed al lavoro fatto sinora.
È per questo motivo che nei prossimi post racconterò come tutto è nato, dalle prime tavole fino al contest, senza tralasciare i problemi e le difficili decisioni incontrate lunga la strada. Insomma, una parabola che mostrerà anche tutti i retroscena e l’evoluzione del progetto per intero, fino a tornare al presente, al Project Onirica 2.0, ed alle nostre ambizioni.

 

“Le persone non falliscono perché
mirano troppo in alto e sbagliano,
ma perché mirano troppo in basso
e riescono”

 

Contattaci

Consenso al Trattamento di Dati personali ai sensi dell’art. 23 del DLgs n. 196/2003