TOC! TOC! …Chi è?

di Alessandro Squadrito

2' di lettura

Ciao mio appassionato lettore,

è passato del tempo, il nostro eroe immortale si è allenato moltissimo (che la zietta sia segretamente membro di “Tana delle tigri”?) ed è anche cresciuto. Come sempre tutto sembra andare nella giusta direzione quando…

 

Tavola 7. Cyborg alla porta!

 

Sono arrivati i cattivi!

 

Il nostro guerriero scheletro ne è all’oscuro, ma la dolce Lucy non vede l’ora di ridurlo in polvere. E la zietta cosa farà? È il momento di tirare fuori gli artigli o saranno guai!

Da notare che, per quanto voglia risultare educata, la nostra cyborg non si è presentata benissimo. Aver rischiato di buttare giù la porta non è certo il migliore dei biglietti da visita.

 

Passiamo ora alle citazioni:

In primo piano, nella prima vignetta, notiamo il “buon, vecchio zio Oscar”, segno di una vita passata della Zietta.

 

“Per il potere di Grayskull!!!”

 

è un’affermazione che ci riporta a Xolot e il suo universo ,dove il nostro eroe si affianca al campione del regno di Eternia, He-Man, per combattere il male (dopo aver abbandonato il nome del suo acerrimo nemico).

Per ultimo ho voluto omaggiare un capolavoro dell’animazione della mia infanzia, il film Dumbo della Disney, inserendo elefanti volanti nell’ultima pagina (da immaginarsi di colore rosa).

 

Il primo storyboard.

 

C’è tanta differenza nella storia, vero?

Io credo di no!

Abbiamo già parlato della mancanza della bozza di tavola 5 (Ehi…! Ma quella è…?!) e dell’ “inversione” fra questa pagina e la tavola 6 (… di ziette e giganti Royale.), e nonostante i problemi sono convinto che i bambini abbiano fatto un gran lavoro!

Quello che spero di essere riuscito a fare è stato conservare lo spirito di queste bozze anche nel definitivo.

Tu cosa ne pensi?

Ovviamente avevamo bisogno di collegare le due tavole per cui un po’ di cambiamenti li ho fatti, cercando di aggiungere un poco di spessore ai personaggi, senza appesantire una storia leggera.

E così sono arrivato a questo:

 

La versione su cui hanno lavorato i bambini.

 

Rispetto alla versione finale in questa pagina avevo preferito mettere un’unica vignetta all’inizio della tavola. Leggendola di nuovo nel rework, ho preferito rallentare la narrazione e dare più peso all’entrata in scena dell’antagonista, inserendo un’ulteriore vignetta.

Rispetto alla versione dei bambini, la più grande differenza sta nel fatto che è il nemico a giungere dal nostro eroe, e non il contrario. Ovviamente c’è un motivo.

Vorresti sapere quale?

Per questo dovrai aspettare il prossimo articolo, dal titolo Tolgo l’arrosto dal forno e sono subito da te.

Per il momento goditi la versione magnificamente disegnata e colorata, dagli autori della 4°B.

 

Magnifica, come sempre!

 

 

EXCELSIOR!

Contattaci

Consenso al Trattamento di Dati personali ai sensi dell’art. 23 del DLgs n. 196/2003