Una scelta difficile

di Alessandro Squadrito

2' di lettura

Ciao ancora!

 

Dopo lo scorso articolo, dove ho raccontato la nascita del progetto e dei personaggi, è giunto il momento di ripartire alla grande!

Quindi torniamo subito alla storia, e alla nuova tavola:

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav3definitiva_letterata

Tavola n°3 del nostro fumetto: salutiamo la nascita di un eroe!

 

Se sei uno dei miei venticinque lettori avrai avuto una bella sorpresa.

A beneficio di tutti spiego questa affermazione.

Nel mentre che ridisegnavo il fumetto e ricontrollavo le sequenze, mi accorsi di una situazione bizzarra: il nostro piccolo eroe non era MAI stato raffigurato prima della sua trasformazione.

Questa cosa mi mise un po’ a disagio, lasciandomi anche un attimo smarrito.

Avevo disegnato il mondo, i genitori, i compaesani e i nemici, ma dimenticato l’attore principale…

Dunque rimediai immediatamente, omaggiando Hergé (al secolo Georges Prosper Remi) e il suo Tintin.

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav3_storyboardbambini_bw

Ed eccoci al solito con la tavola dei bambini nella loro prima versione.

 

Questa tavola, oltre a trattare la nascita dell’eroe (e quella che fu una mia mancanza), tocca anche altre questioni che mi sono care.

Infatti, la cosa che più mi ha colpito è stata la leggerezza con cui sono stati affrontati temi difficili come la guerra e il sacrificio, che gli occhi di un adulto vedono con gravosa serietà.

Ti aggiungo inoltre che in queste prime fasi del lavoro, tutti i dialoghi sono stati pensati dagli alunni stessi, per cui quando leggo:

“Sacrificare un bambino è una cosa terribile.”

oppure

“Hai ragione, speriamo di non pentircene.”

mi scopro a immaginare cosa può essere passato per la testa ad un ragazzino pensando di raccontare  una storia dove viene ucciso un suo coetaneo.

Ecco, questo è parte di quel candore che sinceramente trovo bellissimo, e di cui ti parlavo nel mio primo articolo.

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav3storyboard

Lo storyboard. In questa fase la stanza del sacrificio aveva un design simile ad altre future location, così nel definitivo ho optato per un ambiente più materico.

 

A differenza delle tavole affrontare finora, che risultavano già buone per come erano state pensate, in questa tavola sono dovuto intervenire.

Era necessario dare più risalto alla trasformazione del bambino; per questo ho modificato la prima vignetta inserendo Xolot in versione umana, enfatizzando ciò che a breve gli sarebbe capitato.

Sempre sulla prima vignetta, nella versione definitiva ho modificato anche l’inquadratura.

Inizialmente avevo pensato di riprendere esattamente la prospettiva dell’ultima vignetta della tavola precedente (così da creare una sorta di piano sequenza diviso in due pagine), ma confrontandomi con Alberto Petrosino, ho optato per una soluzione diversa.
Infatti mi spiegò che l’effetto che volevo creare non si sarebbe percepito abbastanza in un fumetto rilegato. Era necessario girare la pagina affinché funzionasse, ma sfortunatamente le tavole in questione erano una coppia, ovvero una pagina sinistra e una pagina destra dove il lettore non deve voltare il foglio.

 

imaecenas_mecenate_comix4life_alessandrosquadrito_xolottav3-definitivabambini

Ecco la versione finale dei bimbi.

 

Chiudo quindi ponendo una domanda:

 

“Cosa succederà ora al ragazzo, trasformatosi in un Eroe Immortale?”

 

La risposta nelle prossime pagine!

 

EXCELSIOR!

Contattaci

Consenso al Trattamento di Dati personali ai sensi dell’art. 23 del DLgs n. 196/2003